chi siamo
home

UN  PONTE TRA  I   CUORI

Manca un ponte tra i cuori,
fra i cuori  degli uomini lontani,
fra i cuori degli uomini vicini,
fra i cuori delle genti,
che vivono sui monti e sui piani
di tutti i continenti.
Se questo ponte ci fosse,
gli uomini si scambierebbero
I segreti, i motivi lieti,
il sorriso e il perdono.
Dovrebbero l'uno all'altro,
come per un incanto,
la confidenza della pena
e tornerebbe serena
la fronte dopo il pianto.
Eppure l'uomo non sa innalzare
questa passerella d'amore,
manca lo slancio al cuore.
Aiutalo tu, fanciullo,
costruisci con le tue mani,
senza travi,
questo grande lavoro,
questo ponte d'oro,
in un mare di luce,
questo ponte che conduce
da Oriente ad Occidente
e da Occidente ad Oriente
una sola gente.

ALBARET

                                     
RECENTI NUOVI PROGETTI

 EDUCARE AL VOLONTARIATO ED ALLA SOLIDARIETA'
 IL PROGETTO SI PROPONE DI INCONTRARE I RAGAZZI NELLE SCUOLE E NEGLI ORATORI PER INFORMARLI E COINVOLGERLI NELLA SOLIDARIETA’ ATTIVA EDUCANDOLI AL VOLONTARIATO.
OBIETTIVO DEL PROGETTO
COINVOLGERE  E ATTIVARE RAGAZZI E GIOVANI AL VOLONTARIATO ATTIVO ED ALLA SOLIDARIETA’ SOCIALE
 MODALITA’ D’INTERVENTO.
VOLONTARI DELL’ASSOCIAZIONE CONCORDANO CON GLI INSEGNANTI E GLI EDUCATORI LE MODALITA’ D’INTERVENTO CON I RAGAZZI.
GLI INCONTRI SONO PENSATI E STRUTTURATI TENENDO CONTO DELL’ETA’ DEI RAGAZZI COINVOLTI  E DURANTE IL LORO SVOLGIMENTO VENGONO UTILIZZATI A SECONDA DELLE ESIGENZE: · FILMATI DOCUMENTANTI VIAGGI UMANITARI CON TESTIMONIANZE DIRETTE DI UNO DEI VOLONTARI PRESENTI
PROIEZIONI DI IMMAGINI RELATIVE ALLE VARIE POVERTA’ NEL MONDO.
VIDEO DESCRIZIONI DI REALTA’ ALLE QUALI INVIAMO I NOSTRI AIUTI.
A CORREDO VIENE DISTRIBUITA UNA CARTELLETTA CONTENENTE, OLTRE ALLA LETTERA D’INVITO ALLA SOLIDARIETA’, UNA PENNA RICORDO,FOGLI PER APPUNTI E ALCUNI OPUSCOLI INFORMATIVI REDATTI ANCHE DA ALTRE ASSOCIAZIONI. VIENE ANCHE INCORAGGIATO L’INTERVENTO DIRETTO DEI RAGAZZI AD UN BREVE SCAMBIO DI IMPRESSIONI CONCLUSIVE.
  PROPOSTE DI ATTIVAZIONE ALLA SOLIDARIETA’
TRAMITE I “LABORATORI” SI INVITANO I RAGAZZI: 
  • AD INCONTRI IN CUI SI LAVORA PER REALIZZARE OGGETTI CHE SARANNO UTILIZZATI PER LE RACCOLTE FONDI DA DESTINARSI AL RAGGIUNGIMENTO DELL’OBIETTIVO SCELTO DAI RAGAZZI STESSI.
  • A RECUPERARE MATERIALE DA RICICLARE FINALIZZATO AI LABORATORI STESSI.
  • AD EFFETTUARE RACCOLTE ALIMENTARI TRAMITE VOLANTINAGGIO, NELLE PARROCCHIE O NELLE SCUOLE, RICHIEDENDO EVENTUALE “OSPITALITA’” AI SUPERMERCATI.
  • AD UN VIAGGIO UMANITARIO IN BOSNIA  O AL SERVIZIO IN UNA MISSIONE    (QUALORA MAGGIORENNI)
 


















Per associarti e condividere le nostre iniziative di solidarietà, il nostro indirizzo è :
PIAZZA EUROPA, 9
24020 RANICA
 Bergamo
TEL  :  035  512228
CELL:  3336493000
associazionesullatracciaonlus@gmail.com

 home

EMILIA ROMAGNA– LOMBARDIA
Tutto è iniziato tra il 25 e il 27 gennaio 2012: si sono avvertite le prime scosse di quello che sarebbe stato il terremoto che si è registrato in Emilia Romagna e più marginalmente in Lombardia.Il 20 maggio 2012 una forte scossa di magnitudo 5.9 ha avuto come epicentro Finale Emilia e il 29 maggio un’altra forte scossa alle 9 del mattino ha creato panico in tutta l’Italia settentrionale ed in particolar modo nelle città di Reggio Emilia, Bologna, Mantova e Rovigo.
Da allora uno sciame sismico ha mantenuto in uno stato di forte agitazione queste popolazioni che hanno avuto danni per più di 13 miliardi di euro oltre a numerose vittime.
Non ci sembrava giusto ignorare questa catastrofe naturale, quindi ci siamo dati da fare per far arrivare il nostro contributo a questa gente spaventata ed in uno stato di assoluta emergenza.Siamo venuti a conoscenza che nella diocesi di Carpi, la più colpita dal terremoto, lavora don Riccardo che ha espresso il desiderio di organizzare un campo giochi estivo utilizzando spazi non danneggiati dal sisma.
Il significato di questo campo giochi doveva essere quello di distrarre i ragazzi per aiutarli a superare al meglio il ricordo dei brutti momenti trascorsi.
E così è stato. Da parte nostra abbiamo provveduto ad inviare un contributo economico per la buona riuscita dell’iniziativa, don Riccardo ci ha inviato, con entusiasmo, una raccolta di immagini del campo giochi organizzato.
Alla città di Mantova abbiamo inviato, con i fondi raccolti dai nostri volontari, biscotti, omogeneizzati, pannolini e prodotti per l’igiene dei bambini oltre a diversi bancali di acqua, che sono stati direttamente consegnati agli addetti alle attività di emergenza della Croce Rossa Italiana.

L'AQUILA
E’ il 6 aprile del 2009, quando una scossa di terremoto di magnitudo 6.3 in piena notte, e precisamente alle 3.32, sconvolge la città de L’Aquila.
Questa scossa, la più violenta, insieme a quelle che si sono verificate nei giorni successivi, ha causato 308 morti, 1500 feriti e 10 miliari di euro di danni.
Come d’abitudine, quando si verificano queste catastrofi, ci siamo dati da fare per trovare il modo di far arrivare a L’Aquila il nostro sostegno
La nostra preoccupazione è sempre di farlo arrivare in maniera diretta, per escludere la possibilità che potesse essere disperso in mille rivoli lungo il percorso.
I danni subiti da una piccola cappella a l’Aquila
Abbiamo scoperto che nella Parrocchia di S.Giovanni Battista a L’Aquila presta servizio Don Ramon, un giovane parroco che è nato a Capriate -BG- e ha frequentato inizialmente il seminario di Bergamo per poi concludere gli studi ed essere ordinato sacerdote a L’Aquila.
Nel maggio del 2010 alcuni di noi si sono recati per la prima volta a trovare Don Ramon  e  la sua gente portando aiuti materiali ed economici.
La situazione che abbiamo trovato è stata veramente drammatica, ad un anno dal sisma, la città di L’Aquila era ancora un cumulo di macerie, l’unica via percorribile era il corso centrale.
Cerchiamo ancora di aiutare Don Ramon e la sua comunità, ben consapevoli del fatto che, nonostante siano passati più di sei anni da quel terribile 6 aprile del 2009, l’emergenza non è assolutamente finita.
Come spesso succede, i riflettori si spengono, ma i bisogni rimangono.

GLI AIUTI NEL MONDO
africa
americhe europa asia